I Children Of Bodom suonano in un blindatissimo Alcatraz

I Children Of Bodom suonano in un blindatissimo Alcatraz

E venne il giorno in cui la tanto attesa e discussa tappa milanese dei Children Of Bodom avviene senza i teorici headliner Lamb Of God che hanno dato buca alla band finlandese per colpa degli attentati al locale francese di qualche settimana fà.
Dopo le insinuazioni di insicurezza del locale da parte dei Five Finger Death Punch e Papa Roach, che hanno annullato la data domenicale, il locale si presenta blindatissimo: oltre alle 2 camionette della polizia parcheggiate di fronte, vengo perquisito col metal-detector da tre agenti prima di farmi entrare.

I Sylosis sono già sul palco e scagliano sui numerosi presenti il loro trash metal inglese snocciolando i brani dalla loro lunga discografia, ma soprattutto dall’ultimo lavoro Dormant Heart. Di sicuro non si sarebbero mai aspettati di suonare su un palco così grosso in Italia, ebbene si, a questo giro è stato aperto il palco grosso. Evidentemente erano stati staccati numerosi biglietti prima della defezione della band americana, ma molti non hanno desistito, inneggiando anche cori anti-ISIS.

Si fanno chiamare a gran voce dal pubblico italiano i Children Of Bodom che finalmente chiuderanno il chiacchiericcio di questi giorni su queste due giornate sfortunatissime per i concerti milanesi.
I nostri infatti sembrano essere molto carichi e pronti a sostenere l’inaspettato tour da headliner con i loro brani più storici (come Are You Death Yet) e i brani del nuovo disco I Workship Caos.

Ringraziamo Live Nation per l’invito.
Testo e foto a cura di Stefano Cremaschi

Children Of Bodom


Sylosis

no images were found



#Follow us on Instagram