Burt Bacharach: la gioia di fare musica

La domanda che viene fuori dal profondo del cuore è questa: perché un’uomo di quasi 90 anni ha ancora la voglia di salire su un palco per un concerto?

Eppure chi era a Tortona per l‘Arena Derthona Festival,  ieri sera a questo  interrogativo si è dato una risposta: Burt Bacharach vive per la gioia di fare musica. Lo si capisce quando lo vedi gongolare mentre l’orchestra e il coro intonano i suoi pezzi. Ma lo si intuisce soprattutto quando è lui stesso a voler cantare i suoi brani.

Lo confessiamo, ci siamo commossi ad assistere all’esibizione di un monumento della musica. Davanti ai nostri occhi c’era lui che è entrato per oltre cento volte nelle chart inglesi e americane con altrettanti brani. Lui che è costretto a proporre tre – quattro medley per poter regalare al pubblico tutto il meglio del suo repertorio. Dal jingle che abbiamo sentito in qualche pubblicità alla colonna sonora di film indimenticabili, per non dimenticare i brani che hanno fatto la fortuna di artisti del calibro di Dionne Warwich ed Aretha Franklin.

Il suo spettacolo è una festa a cui si partecipa in religioso silenzio. Il pubblico quasi non osa fischiettare Magic Moment o ballare sulle note di Raindrops keep fallin’ on my head. Invece è proprio lui, Burt ad incitarli a farlo. Il suo repertorio lungo 60 anni è un patrimonio dell’umanità da ascoltare, cantare e godere. Non c’è un reato di lesa maestà: la musica di Burt Bacharach è la gioia di vivere, anche se hai quasi 90 anni!.

Questa la scaletta indicativa dello show:

What the World Needs Now Reprise Miami; 1° medley (Don’t Make Me Over / Walk on by / This Guy’s in Love with You / I Say a Little Prayer / Trains, Boats & Planes / Wishin’ & Hopin’ / (There’s) Always Something There to Remind Me). 2° medley (One Less Bell to Answer / I’ll Never Fall in Love Again / Only Love Can Break a Heart / Do You Know the Way to San Jose?); Anyone Who Had a Heart (Dionne Warwick cover); God Give Me Strength (Elvis Costello with Burt Bacharach cover); Waitin’ for Charlie (To Come Home – (Etta James cover); Come Touch The Sun(Love Theme from Butch Cassidy); My Little Red Book; The Windows of the World; Baby It’s You (The Shirelles cover);Message to Michael; Make It Easy on Yourself (Jerry Butler cover); On My Own; Close to You; 3 medley (The Look of Love / Arthur’s Theme / What’s New Pussycat / The World Is a Circle / April Fools / Raindrops Keep Fallin’ on My Head / The Man Who Shot Liberty Valance / Making Love / Wives and Lovers / Alfie). Bis: Every Other Hour, Any Day Now (Chuck Jackson cover); Raindrops Keep Fallin’ on My Head (B.J. Thomas cover).

Un grazie sentito ad Arena Dertona, Pantarei. 3.0 e D’Alessandro e Galli per l’invito.

Foto e testo di Vincenzo Nicolello

no images were found



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi