Brith rock e suoni anni 90 per Miles Kane al Vox di Nonantola

Brith rock e suoni anni 90 per Miles Kane al Vox di Nonantola

Miles Kane è un cantante e chitarrista inglese, fondatore dei The Little Flames, dei The Rascals e dei The Last Shadow Puppets e attivo in seguito come solista.

Per chi non lo sapesse ancora i The last shadows of puppets è il gruppo che ha formato insieme a Alex Turner degli Arctic Monkey .

Con i TLSP  sono tornati nel 2016 con un grande disco Everything You’ve Come to Expect che poi li ha visti in tour dove per nostra fortuna sono passati anche dall’Italia.

Il 6 luglio 2016 ho avito la fortuna di assistere al loro concerto in occasione del Ferrara sotto le stelle e devo dire che Miles mi ha molto colpito.

Le sonorità degli ultimi Arctic Monkeys devono molto alla collaborazione con Miles e anche chiaramente a Josh Home dei QOSTA.

Un ritorno al Brith pop/rock degli anni 90 in stile Oasis che sicuramente è forse un genere un po’ passato, ma che soprattutto in versione live rende molto e fa ballare tutto il pubblico.

Nel 2018 è uscito con un nuovo disco Coup de Grace, disco bello che colpisce in versione live per l’impatto acustico e visivo con la voce di Miles sempre perfetta e senza neanche una sbavatura.

Ad accompagnare Miles non solo come opener, ma anche sul palco c’è uno dei tanti talenti emergenti che sta salendo alla ribalta in italia : Angelica.

Conosciuta e apprezzata come leader dei Santa Margaret, gruppo con il quale ha vinto gli MTV Awards New Generation, è uscita nel 2019 con un nuovo album da solista Quando finisce la festa con l’etichetta Carosello Records.

Sul palco colpisce per la presenza scenica e l’impatto delle su canzoni .

Chitarra, tastiere o solo voce per lei non cambia molto, si destreggia alla perfezione con questi strumenti, gli piace stare in mezzo al pubblico e riesce a farsi apprezzare e coinvolgere anche quelle persone che ancora non la conoscono. 

BRAVA

Con Miles suona e canta Amarsi un pò  di Battisti ed è forse l’apice del concerto prima del gran finale con la meravigliosa  Don’t Forget Who You AreCome Closer.

Poco più di un’ora senza encore, forse un po’ poco, avrei inserito qualche brano dei TLSP, ma in 60 minuti Miles è riuscito a farsi apprezzare per il suo enorme talento.

SETLIST:

Silverscreen

Give Up

Inhaler

Loaded

Shavambacu

Killing the Joke

Too Little Too Late

LA Five Four (309)

Wrong Side of Life

Colour of the Trap

Rearrange

Cry on My Guitar

Can You See Me Now

Amarsi un po’

Coup De Grace

Don’t Forget Who You Are

Come Closer

Si ringrazia Live Nation e studio’s per il gentile invito 

Foto e testo di Carlo Vergani

Miles Kane

angelicA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi