I Breeders aprono la rassegna di Ferrara sotto le stelle 2018

I Breeders aprono la rassegna di Ferrara sotto le stelle 2018

Il progetto Breeders nasce verso la fine degli anni 80 quando la allora bassista dei Pixies Kim Deal si incontra in tour con la chitarista delle Throwing Musese Tanya Donelly che poi venne sostituita nel 1992 da Kelley Deal sorella gemella di Kim.

Da allora ci sono stati alti e bassi con un disco che ha fatto molto parlare di loro Last splash del 1993 con la super hit Cannonball.

Questo disco li ha talmente fatti conoscere che vennero scelti per supportare i Nirvana nel tour di In Utero del 1994.

Nel 2013, Kelley, Kim, Jim e Josephine si sono riuniti per il ventesimo anniversario di Last Splash. 4AD ha ristampato l’album come cofanetto deluxe, e la formazione “classica” della band ha fatto il giro degli Stati Uniti, dell’Europa, dell’Australia e del Sud America, esibendosi in festival e registrando praticamente otto mesi di show sold-out!

Nel 2018 sono tornati alla grande con un nuovo album dal titolo Al Nerve.

Dopo il concerto al Primavera festival di Barcellona eccole sul palco del castello estense di Ferrara per inaugurare il Ferrara sotto le stelle 2018.

Ad aprire il concerto ci sono i Pip Blom.

I pip blom vengono dai Paesi Bassi e il loro sound molto semplice e scanzonato che storce il naso alle Hole o ad altri gruppi pop rock al femminile.

Si fanno molto apprezzare dal pubblico ferrarese e da notare soprattutto la forza della batterista che mi ha lasciato veramente impressionato.

Il concerto delle Breeders purtroppo è cominciato con quindici minuti di ritardo causa maltempo, ma alle 21:15 ecco le gemelle Deal salire sul palco.

Il concerto è subito un mix tra il nuovo disco e Last splash .

Nell’ottobre del 2017 è uscito Wait in the Car il primo singolo estratto da All nerve che,  suonato all’inzio del concerto, fa intendere come non sia proprio cambiato niente dopo tutti questi anni di silenzio, poichè si sposa benissimo con le sonorità di vent’anni fa di last splash.

Nervous Mary dal nuovo disco è un brano molto coinvolgente, ma il pubblico si scalda soprattutto con i brani più datati .

L’intro classico tra batteria e basso di Cannonball è inconfondibile.

Questo brano racchiude alla perfezione cosa vuol dire far parte delle breeders .

Ci deliziano con una cover dei Pixies che è perfetta per portare il concerto verso la conclusione .

Courney Barnett le adora tanto da raggiungerle sul palco qualche settimana fa per suonare insieme Howl at the Summit

Sono un gruppo che fanno ballare e divertire il pubblico con Kim che è sempre pronta a raccontare aneddoti .

Sono un gruppo che nel loro piccolo ha fatto la storia del Rock e questo concerto sicuramente rappresenta un buon inizio per una delle rassegne musicali più complete che ci sono in Italia.

Un ringraziamento particolare a Ferrara sotto le Stelle e a DNA concerti per il gentile invito

Foto e testo di Carlo Vergani

Pip Blom

The Breeders

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi