Al Blue Note di Milano prosegue una grande programmazione live

Al Blue Note di Milano prosegue una grande programmazione live

Prosegue la programmazione del Blue Note di Milano (Via Borsieri, 37), l’unica sede europea dello storico jazz club di New York, giunto quest’anno alla quindicesima stagione. In questi anni il Blue Note ha ospitato sul suo storico palco grandi nomi e giovani promesse della scena musicale italiana e internazionale confermandosi come uno dei migliori club d’Europa, e anche nei mesi ottobre e novembre ospiterà diversi artisti italiani ed internazionali pronti a coinvolgere il pubblico in concerti irrinunciabili, tra jazz, soul e pop.

Nel mese di ottobre, infatti, il Blue Note ospiterà tra gli altri: il nuovo progetto delle Sorelle Marinetti (1 ottobre); Jeremy Pelt, considerato tra i migliori trombettisti della scena jazz contemporanea (3 ottobre); uno dei più apprezzati talenti italiani Joe Barbieri con il suo nuovo progetto discografico Origami (4 ottobre); i Sex Mob, gruppo nato dall’idea del trombettista Steven Bernstein, noti per aver riportato il divertimento e l’ironia nel jazz, che al Blue Note presenteranno Cultural Capital, il nuovo progetto discografico che celebra i loro 20 anni di musica (5 ottobre); Il cantautore israeliano dalla voce inconfondibile Sagi Rei (6 ottobre); il duo di virtuosi della pianista giapponese Hiromi e l’arpista colombiano Edmar Castaneda (7 ottobre); il crooner e pianista italiano Stefano Signoroni insieme alla super band the MC, capitanata dal bassista Flavio Scopaz (8 ottobre); il giovane pianista Christian Sands che vanta già cinque nomination ai Grammy Award tra le quali quella per “Best Latin Piano Solo” (10 ottobre); il cantautore Marco Massa in scena con il progetto S[u]ono quello che mi pare, in cui l’artista rimarca la sua estrema libertà nell’affrontare il mondo della canzone (11 ottobre); il pianista e compositore cubano Manuel Valera in Trio (12 ottobre); Paolo Belli e la sua Big Band (14 ottobre); la Bocconi Jazz Businnes Unit che riproporrà brani rock e pop degli anni ’60, ’70, ’80, ’90 e del nuovo millennio, presentati in eclettica chiave jazz (15 ottobre); il grande chitarrista Frank Gambale (17 ottobre); il virtuoso del basso accompagnato dal collettivo di musicisti caraibici Richard Bona & Mandekan Cubano in scena con il nuovo progetto discografico Heritage (18 ottobre); la nuovissima stella del soul targato UK, Myles Sanko (19 ottobre); l’elettrizzante e giovane trombettista Ambrose Akinmusire, definito dalla critica una delle nuove stelle del jazz, insieme al suo quartetto (22 ottobre); la leggenda del jazz Dee Dee Bridgewater, vincitrice di Grammy e Tony Awards (24 e 25 ottobre), le ammalianti melodie dei Radiodervish (26 ottobre); visto il grande successo dei concerti di settembre, Nick The Nightfly replicherà il suo tributo al grande Sting, con originali arrangiamenti pensati su misura per la sua Orchestra (28 ottobre); le tre bambole dello swing, The Blue Dolls, per un divertente revival del repertorio della canzone italiana dagli anni ’40 agli anni ’60 (29 ottobre); e Brian Auger, da oltre 40 anni un musicista sulla cresta dell’onda che riesce ad incorporare jazz, british pop, R&B soul e rock in spettacoli che gli hanno garantito la devozione di legioni di fan in tutto il mondo (31 ottobre).

Nel mese di novembre la programmazione del Blue Note proseguirà poi dando spazio a diversi nomi storici della scena musicale come: il più volte vincitore di Grammy, Jeff Lorber, tastierista, compositore, arrangiatore, produttore e talent scout che domina il panorama mondiale della fusion (1 novembre); la voce solare, lieve e leggera di Stacey Kent, stimata da pubblico e critica e con una nomina ai Grammy, Stacey Kent è una delle star del panorama jazz mondiale (2 novembre); l’indiscusso e chitarrista internazionale Al Di Meola che presenterà alcuni dei suoi più grandi classici e brani dal repertorio di Astor Piazzolla e della coppia Lennon-McCartney (3, 4 e 5 novembre), Mike Stern e Dave Weckl, i due pionieri e nomi leggendari del genere rock fusion, sul palco con Tom Kennedy e Bob Malach (7 e 8 novembre); il grande sassofonista Joe Lovano, quintessenza del musicista contemporaneo e vincitore di un premio Grammy, insieme al suo Classic Quartet con il quale esplora la ricca storia del jazz maistream, dallo swing al bebop (9 novembre); Un vero talento della musica brasiliana Maria Gadù, la cantante, cantautrice, chitarrista sopraffina che con il suo talento ha ammaliato grandi suoi conterranei, come Milton Nascimento e Caetano Veloso, con cui realizza insieme un tour di concerti per voce e chitarra (10 e 11 novembre); i surreali e magnetici Kneebody, band che rappresenta lo stato attuale della musica improvvisata post-moderna della scena, in cui milita Shane Edsley, considerato uno dei migliori trombettisti contemporanei in circolazione (12 novembre); i Take 6, coloro che negli anni ottanta hanno rivoluzionato il modo di cantare a cappella, aprendo la strada alla rinascita popolare dei gruppi vocali R&B (14 novembre); il plurinominato al Grammy Award, Miguel Zenon, uno dei sassofonisti più innovativi e influenti della sua generazione, che presenterà al pubblico italiano il suo nuovo album “Tipico” (15 novembre); la più longeva e creativa fusion band della storia: The Yellowjackets (16 novembre); il grande cantautore italiano Fabio Co0ncato (17 e 18 novembre); The Bad Plus, uno dei più originali esiti della formula piano in trio (19 novembre); la giovane e incredibile cantante Jazzmeia Horn, che approda nella scena musicale internazionale rivelando un indiscusso talento (21 novembre); il grande contrabbassista Dave Holland e il suo trio di all-star che vede Kevin Eubanks alla chitarra ed Obed Calvaire alla batteria (22 novembre); la giovane jazzista cilena Melissa Aldana che sta facendo impazzire critica e pubblico dei migliori festival internazionali, presenterà i brani del suo nuovo album Back Home (23 novembre); Tony Momrelle il cantante soul e jazz, attualmente lead vocalist degli Incognito, e uno dei musicisti più interessanti e significativi della scena britannica moderna (24 novembre); Chiara Civello, una tra le più internazionali delle artiste italiane, musicalmente sospesa tra il grande jazz e il pop di qualità venato di saporite sfumature latine (25 novembre); Cyrille Aimèe, la giovane cantante franco-domenicana che con un sound fresco e positivo e una voce empatica sta raccogliendo sempre più consensi nel panorama musicale (26 novembre) e Carmen Souza, certamente una delle voci più interessanti della nuova generazione della cosiddetta world music (28 novembre), e per chiudere il mese lo swing sfrenato del trio vocale delle Puppini Sisters (29 e 30 novembre).

Fonte: Ufficio Stampa BLUE NOTE MILANO – Parole & Dintorni

You might also like

REPORTAGE

Al Blue Note in scena l’eleganza e la passione di RosĂ lia De Souza

Ieri sera, 26 Maggio, il Blue Note di Milano ha ospitato la performance della poliedrica artista RosĂ lia De Souza, la cantante dalla calda voce jazz, che con il suo fascino latino

REPORTAGE

Atmosfere intime per Marina Rei, in concerto al Blue Note

Ieri sera il Blue Note di Milano ha ospitato il ritorno di Marina Rei, che per questo tour porta i suoi brani piĂą conosciuti sul palco, rivisitati in chiave acustica.

GALLERY

L’Acid Jazz degli Incognito conquista il Blue Note

Il Blue Note torna ad ospitare sul suo pretigioso palco gli Incognito, pionieri della scena britannica dell’Acid Jazz. Il loro leader è il vocalist e chitarrista Jean Paul Maunick, detto