Billy Idol in Italia per un’unica data

Billy Idol in Italia per un’unica data

Billy Idol, l’icona del rock, porterà il suo tour Live! 2018 all’Arena Live di Padova (esterno Geox) il 28 giugno. Questa data fa parte della prima tournée europea dopo l’acclamatissimo Kings & Queens of The Underground Tour del 2014 e 2015.

Oltre alla serata all’Arena Live del 28 giugno, il tour include uno show alla O2 Academy Brixton di Londra (sabato 23 giugno) e diverse partecipazioni a festival di altissimo profilo, con tante altre date ancora da annunciare.

Il Guardian ha così descritto l’ultima performance del 2014 di Idol allo Hammersmith Apollo di Londra, tributandogli 4 stelle: “Avvolto in pelle e intriso di nostalgia, questo entusiasta del punk ha messo sul piatto dei potenti riff di gran carattere… Idol si atteggia e ringhia, spinto dalla convinzione che il rock sia la cura per qualunque cosa ti tormenti… questo show non è altro che fantastico divertimento.”

Questi i dettagli del concerto (organizzazione a cura della D’Alessandro e Galli):

28 Giugno ARENA LIVE – PADOVA
UNICA DATA ITALIANA

BIGLIETTI IN VENDITA DA SABATO 16 DICEMBRE SU WWW.TICKETONE.IT

Previous Grande Rock con Le Vibrazioni ai Magazzini Generali di Milano
Next Stone Sour e The Pretty Reckless chiudono il tour all'Alcatraz di Milano. Ecco com'è andata.

You might also like

CONCERTI

Kele Okereke: la voce dei Bloc Party in concerto solista

Kele Okereke, presosi una pausa dall’attività con la sua band, porterà la propria musica sul palco del Covo Club di Bologna, sabato 13 Maggio per l’unica data italiana. La sensazionale voce

GALLERY

Nothing More al Legend Club di Milano!

è andata in scena ieri sera al Legend Club l’unica data italiana dei Nothing More, che affrontano con coraggio e un pò di presunzione, questo primo tour da headliner che

CONCERTI

Grande ritorno in Italia per i Jamiroquai nell’estate 2018

I Jamiroquai tornano in concerto in Italia il prossimo 10 luglio a Mantova (Piazza Sordello). Fondata dal frontman Jay Kay nel 1992, i Jamiroquai sono i pionieri del “future funk”