Tre sere di sold out al Blue Note per Billy Cobham

Tre sere di sold out al Blue Note per Billy Cobham

Riconosciuto come il più importante batterista jazz-fusion per la sua potenza e tecnica percussiva, Billy Cobham ha raggiunto l’apice della fama a metà degli anni Settanta divenendo uno dei batteristi più acclamati nell’ambito jazz, fusion e rock.

La sua precisione, il suo essere ambidestro e la sua grinta contraddistinguono la monumentale lista di successi. Oltre che musicista, ha una storia come compositore e produttore di dischi. Ha suonato in centinaia di dischi con gruppi suoi e molte delle leggende della musica. Il suo segno distintivo – il più veloce, il più potente e il più esplosivo “drumming” – ha energizzato i palchi internazionali di concerti, orchestre sinfoniche, big bands, Broadway, festivals, televisione e video. La sua influenza stilistica ha letteralmente creato una categoria di musica, ormai parte della storia della musica moderna.
Originario di Panama, il musicista ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama mondiale, affermandosi a partire dagli anni Settanta con le sue percussioni potenti e tecnicamente centrate e infondendo forza e creatività alle sezioni ritmiche dei numerosi brani che ha contribuito a rendere indimenticabili. Dopo aver superato la soglia dei settant’anni, William Emanuel “Billy” Cobham ha deciso di festeggiare se stesso e la sua arte portando nuovamente in tour Spectrum, il suo debutto da solista che nel ‘74 lo rivelò al pubblico e che, tra contaminazioni musicali di tutti i generi, ha rappresentato una chiave di volta del jazz-fusion. 

Ad accompagnarlo sul palco Dean Brown (chitarra), Gerry Etkins (tastiere) e Ric Fierabracci (basso), per un set dalle atmosfere ammalianti e dal ritmo travolgente, e da un suono internazionale. 

Billy Cobham ha da poco superato il traguardo dei 70 anni, con la creatività, l’energia e l’esuberanza di sempre e con diversi progetti visionari all’orizzonte, festeggiando il  40 ° anniversario dall’uscita di Spectrum, il suo album di debutto da solista e album svolta nell’universo  jazz-fusion,  con un tour che ha già attraversato gli Stati Uniti, il Canada ed Europa, insieme alla Spectrum Band.

Si ringrazia il Blue Note di Milano

Selezione foto a cura di Sandro Niboli

 

You might also like

REPORTAGE

Doyle Bramhall Live @ Blues In Villa 2017

L’edizione 2017 della manifestazione di Blues in Villa, nella splendida cornice di Villa Varda a Brugnera (PN) ha avuto, tra gli altri, un ospite d’eccezione lunedì 3 luglio Doyle Bramhall

GALLERY

Steve Hackett e la magia dei Genesis incantano nuovamente Torino!

Ieri 29 marzo, il Teatro Colosseo di Torino è stato riempito in ogni ordine di posto da amanti della musica prog. Nel capoluogo torinese, si è esibito Steve Hackett chitarrista

GALLERY

Il lato Human di Rag’n’Bone Man in scena a Roma

E’ approdato ieri sera all’Ex Dogana a Roma, in occasione del Just Music Festival, Rag’n’Bone Man forte del successo riscosso dalle prime due date del suo soggiorno italiano (a Verona