Avicii: il suicidio del giovane dj con un pezzo di vetro

Avicii

Avicii: il suicidio del giovane dj con un pezzo di vetro

Dopo il tragico annuncio della scomparsa del dj svedese Avicii – all’anagrafe Tim Bergling – avvenuta lo scorso 20 Aprile, quando il corpo è stato ritrovato nella sua camera d’albergo a Mascate, in Oman, arrivano nuove indiscrezioni sulla morte del giovane.

La scorsa settimana, la famiglia aveva diramato un comunicato in cui faceva chiaramente capire che la causa della dipartita dell’artista 28enne era quasi certamente dovuta al suicidio

“Non poteva più andare avanti, era alla ricerca della pace” – hanno scritto.

Ma oggi TMZ diffonde altri particolari, diramati da non ben specificate fonti che – però – sembrano molto attendibili. Il sito americano scrive che Avicii si sarebbe tagliato le vene utilizzando un coccio di vetro, probabilmente quello di una bottiglia rotta.
Al momento, però, la polizia dell’Oman non ha ancora rilasciato alcun comunicato ufficiale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi