La poesia rap di Angel Haze conquista il Magnolia

Ieri sera il Circolo Magnolia di Segrate (MI) ha ospitato una delle voci più interessanti del rap oltreoceano. Angel Haze, classe 1991, si è rapidamente ritagliata uno spazio d’onore nel panorama hip hop, nonostante le sue origini siano davvero lontane da questo mondo.

Angel Haze è nata poetessa, molto lontana dai luoghi comuni e dalla superficialità dell’hip hop meramente commerciale, l’artista americana riesce a scavare verso un’introspezione che diventa in certi tratti perfino dolorosa ma non per questo perde in quanto ad impatto, incisività e ferocia al microfono.
Sul palco del Magnolia presenta i brani tratti dal suo secondo album in studio, uscito lo scorso anno, Back To The Woods, alternati a quelli del suo disco d’esordio Dirty Gold.

In mano sua, l’hip hop torna ad essere una cultura di rottura fatta di rabbia ed arte, non un ascensore per il successo: c’è decisamente un grande bisogno di personaggi come lei – a maggior ragione visto il suo talento naturale una volta alle prese col microfono su un palco.

Nel ringraziare DNA Concerti per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti a cura di Romano Nunziato:

no images were found



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi