Agnostic Front ecco il box set: Warriors + My Life – My Way

Agnostic Front ecco il box set: Warriors + My Life – My Way

  1. Band: Agnostic Front
    Album: Warriors + My Life – My Way
    Etichetta: Nuclear Blast

Il 26 gennaio, gli Agnostic Front saranno al Live Club di Trezzo, prima della data italiana, noi di  The Front Row vi recensiamo il nuovo box set della hardcore band di New York. Il box set, che abbiamo sentito in anteprima, uscirà il 27 gennaio sotto Nuclear Blast, racchiude due dei lavori più interessanti (degli anni 2000) della band ovvero Warriors (2007) e My Life – My Way (2011).
Il primo disco che troviamo nel box è ovviamente Warriors, un disco molto amato dai fan dalla band americana, poco più di 30 minuti di musica, con brani veloci, dove stupisce l’immediatezza dei riff, ma dove soprattutto a distanza di quasi 10 anni colpisce ancora la produzione di Freddy Cricien.
La prestazione dietro la batteria di Steve Gallo riempe e rafforza il sound soprattutto in brani come Warriors e Black and Blue. A metà album troviamo For my family probabilmente il miglior brano del disco, arricchito da un breve ma intenso assolo di Joseph James. Proseguendo l’ascolto colpiscono per l’immediatezza  No Regretes e Revenge anche grazie agli aggressivi cori. We Want The Truth, è il classico brano hardcore old school ideale per scatenare il pogo. A chiudere le danze ci pensa la tiratissima Forgive my Mother.
Cambiamo disco, e facciamo un salto in avanti di 4 anni. My Life – My Way, esattamente come Warrios colpisce per la sua immediatezza. 
34 minuti di musica, dove troviamo tutto quello che serve in un disco hardcore: velocità, cattiveria, riff precisi e testi rabbiosi di denuncia sociale. Anche in questo caso la produzione ad opera di Freddy Cricien è eccelsa. Roger Miret in tutto il disco mantiene una voce ruggente e potente che rafforza i riff di chitarra sfornati da Vinnie Stigma e Joseph James.
Self Pride colpisce per la sua brutalità, degna di nota Now and Forever brano di stampo puramente punk. Notevole anche The Sacrifice con una mostruosa sezione ritmica.
Attivi sin dal 1982 gli Agnostic Front non hanno di certo bisogno di presentazioni, la band fondata da Stigma e Miret è stata fondamentale per lo sviluppo e la nascita del movimento hardcore newyorkese e non solo. Questo box set che uscirà grazie Nuclear Blast è sicuramente ideale sia per i collezionisti della band di New York, ma soprattutto per chi vuole avvicinarsi al mondo del hardcore, trovando due dischi di una certa importanza in un solo prodotto. Questo Box Set fa parte del progetto Classic Series,  con questo progetto nel 2017 vedranno la luce altri box con band come Gotthard e Immolation.

 

testo di Alberto Gandolfo

You might also like

RECENSIONI

Un lampo di luce nella gelida tundra, è UnePassante con Seasonal Beast

Autrice: UnePassante Album: Seasonal Beast Etichetta: Chic Paguro Partiamo dall’inizio, UnePassante è Giulia Sarno, energica creatura dell’indie italiano che produce e arrangia per differenziarsi e schivare l’odiosa autorefenzialità. Dopo aver

RECENSIONI

Strueia, di spleen, chitarre e boschi fatti di camminate malinconiche

Autore: Strueia Album: La chitarra, il bosco lo spleen Etichette: MiaCameretta Records/Noia Dischi Srueia è una creatura musicale distante e intima allo stesso tempo. Un cantautore verace che è attento

ALBUM

Zucchero ‘Sugar’ Fornaciari, conquista il platino con Black Cat

Black Cat, il nuovo album d’inediti di Zucchero ‘Sugar’ Fornaciari, conquista il disco di platino. Dopo Partigiano Reggiano, brano che ha anticipato l’uscita di Black Cat, è attualmente in rotazione radiofonica e